ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oggi i medici risvegliano Sharon dal coma indotto

Lettura in corso:

Oggi i medici risvegliano Sharon dal coma indotto

Dimensioni di testo Aa Aa

È il giorno della verità per Ariel Sharon. Il primo ministro israeliano a partire da stamattina sarà risvegliato gradualmente dal coma farmacologico in cui è tenuto da mercoledì scorso, e solo allora sarà possibile valutare davvero i danni subiti dalle funzioni cerebrali del premier.La decisione è stata presa dal team medico dell’ospedale Hadassah di Gerusalemme ieri pomeriggio, dopo che una nuova Tac ha permesso di rilevare un lieve miglioramento nell’immagine del cervello. Anche le funzioni vitali si sono stabilizzate. Un miglioramento che fa sperare per la sua salute, ma, secondo i chirurghi, non per il suo ritorno alla guida del paese o anche solo a un posto in politica.Speranze che però sembravano ben lontane mercoledì, quando Sharon è stato ricoverato per una grave emorragia cerebrale. Da allora ha subito tre lunghe operazioni al cervello. Non è stato però un fulmine a ciel sereno: a metà dicembre il premier aveva già avuto un lieve ictus. Si era ripreso subito, ma i medici lo avevano messo in guardia. Gli israeliani in questi giorni hanno seguito la vicenda con il fiato sospeso e pregato per l’anziano leader. Preparandosi però allo stesso tempo all’era del dopo-Sharon.