ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Undici morti in Germania nel crollo del tetto dello stadio del pattinaggio

Lettura in corso:

Undici morti in Germania nel crollo del tetto dello stadio del pattinaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Questo è quello che resta del palaghiaccio di Bad Reichenhall, nelle Alpi bavaresi. Il crollo di una parte del tetto, ieri pomeriggio, ha causato almeno undici morti, in maggioranza minorenni. Ma si teme che il bilancio possa aumentare perché alcune persone mancano all’appello. Al momento dell’incidente erano una cinquantina a pattinare sul ghiaccio della struttura sportiva.

E mentre le squadre di soccorso, giunte anche dalla vicina Austria, sono ancora al lavoro ci s’interroga sulle cause della tragedia: sarebbe stato il peso della neve a far cedere la struttura ma questa potrebbe non essere l’unica spiegazione. Una certa preoccupazione c’era stata ieri pomeriggio perché mezz’ora prima dell’incidente qualcuno aveva fatto annullare gli allenamenti della squadra giovanile di hockey su ghiaccio. Il palazzetto non era stato però chiuso. Il sindaco, Wolfgang Heitmeier, ha detto che i dipendenti comunali avevano misurato il livello e il peso della neve sul tetto ma erano risultati nella norma. Il palaghiaccio era stato aperto nel 1971 e ultimamente crepe erano apparse nella volta, tanto che si parlava di ristrutturarlo o di ricostruirne un altro. In giornata si è recato sul posto il primo ministro bavarese Edmund Stoiber, che si è detto costernato per l’accaduto.