ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerra del gas, Mosca assicura un rapido ritorno alla normalità

Lettura in corso:

Guerra del gas, Mosca assicura un rapido ritorno alla normalità

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi del gas tra Mosca e Kiev non si è ancora risolta, ma le autorità russe assicurano che le forniture verso l’Europa occidentale stanno tornando a regime, grazie all’immissione di maggiori volumi nel gasdotto.

Alexander Medvev, vice-presidente di Gazprom, lo ha confermato ai giornalisti: “Sono già state adottate tutte le misure necessarie per garantire le piene forniture. Già da questa notte saranno ripristinati i livelli previsti dai contratti”. Gazprom esporta oltre l’80 per cento del gas naturale russo attraverso l’Ucraìna. Il mancato accordo sul prezzo, che Mosca vuole aumentare di cinque volte, ha portato al taglio delle forniture dirette a Kiev e alle ripercussioni su molti altri paesi europei. Il presidente ucraino Yushenko ha nuovamente respinto le accuse russe di appropriarsi del gas in transito, assicurando che il fabbisogno nazionale viene garantito con riserve e fonti locali. Ma la crisi del gas rischia di estendersi. Da domenica Gazprom ha sospeso le forniture anche alla Moldavia, in mancanza di un accordo sul prezzo, che la Russia vorrebbe raddoppiare portandolo a 160 dollari per 1000 metri cubi.