ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: caccia ai responsabili del crollo nel palaghiaccio

Lettura in corso:

Germania: caccia ai responsabili del crollo nel palaghiaccio

Dimensioni di testo Aa Aa

Una corsa contro il tempo. Sperando nel miracolo di ritrovare ancora dei sopravvissuti tra le macerie del palazzetto del ghiaccio di Bad Reichenhall in Baviera crollato ieri, probabilmente a causa del denso strato di neve che ne ricopriva il tetto. In mattinata sono stati recuperati altri due cadaveri. Il numero delle vittime potrebbe essere superiore a 15.“Sono scioccato. È sconvolgente vedere con i propri occhi quello che è successo qui in uno dei nostri piu noti luoghi di vacanza” ha dichiarato il premier bavarese Edmund Stoiber che stamattina ha visitato il luogo della tragedia.La maggior parte delle vittime erano ragazzi e bambini sorpresi dal crollo della struttura mentre pattinavano sotto gli occhi di genitori e parenti.Il lavoro delle squadre di soccorso aiutate da cani addestrati e da speciali gru prosegue senza sosta reso ancora piu complicato dalla neve che continua a cadere incessantemente.I feriti sono 35.La causa del disastro, dicevamo, sembra essere la neve che si era ammassata in grande quantità sul tetto del Palaghiaccio. Ma la dinamica esatta dell’incidente è ancora tutta da accertare. Ci si chiede come mai la squadra locale di hockey poco prima del crollo aveva sospeso gli allenamenti.Forse qualcuno si era reso conto del rischio imminente. La volta nei mesi scorsi aveva mostrato delle crepe ma nessuno ieri, sotto la nevicata, ha deciso di vietare l’accesso al pubblico.