ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intercettazioni negli Usa, nuove rivelazioni dalla stampa

Lettura in corso:

Intercettazioni negli Usa, nuove rivelazioni dalla stampa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente degli Stati Uniti George Bush è tornato a difendere il piano di intercettazioni telefoniche che ha sollevato forti polemiche in Patria e all’estero. Ha parlato da un ospedale di San Antonio, Texas, dove ha visitato soldati americani feriti.“Il fatto che qualcuno abbia rivelato l’esistenza del programma – ha detto – provoca un grave danno agli Stati Uniti. C‘è un nemico che legge i giornali, legge quello che scrivete e ascolta quello che mandate in onda. E reagisce.Se qualcuno riceve una telefonata da membri di Al Qaida – ha aggiunto -, noi vorremmo sapere il perchè. Nel contempo questo programma è rispettoso delle libertà individuali di ciascuno”.Nuovi dettagli sul piano, gestito dall’agenzia segreta Nsa, sono stati svelati dalla stampa. Il New York Times di domenica ha scritto che i vertici del Dipartimento della giustizia avevano sollevato, nel 2004, obiezioni sulla legittimità delle intercettazioni. Le rivelazioni hanno rafforzato i propositi di diversi deputati e senatori che sollecitano apposite udienze parlamentari per discutere del caso.