ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guerra del gas: meno combustile in arrivo in Europa occidentale

Lettura in corso:

Guerra del gas: meno combustile in arrivo in Europa occidentale

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra del gas russo-ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni su tutti i Paesi ad ovest. In Polonia nella giornata di ieri si è registrato un abbassamento della pressione del gas nel sistema nazionale senza avere un impatto sulla clientela. Il ministro dell’economia di Varsavia Piotr Wozniak:“Non c‘è nessun effetto, nessuna minaccia di riduzione delle forniture di gas per il consumatore finale. La situazione è simila a quella del febbraio 2004 quando la Russia interruppe l’erogazione verso la Bielorussia”.

In Ungheria l’abbassamento della pressione è stato più sensibile. Ieri si era a -25% mentre in mattinata si è scesi a -40%. Ma come negli altri Paesi interessati il ministro ungherese dell’economia Janos Koka ha voluto rassicurare la popolazione: “Le forniture di Gas agli ungheresi saranno garantite, perche abbiamo riserve per diversi mesi. Non saranno penalizzate né le abitazioni né le industre. Parleremo della situazione a Brussels mercoledì”. In Italia il ministro dell’industria Scajola ha fatto sapere che la situazione non è ancora al livello d’allarme e le scorte sono sufficienti. E che in caso di calo dall’est aumenteranno le richieste di gas a Libia e Algeria.