ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia-Ukraina: (forse) finita la guerra del gas

Lettura in corso:

Russia-Ukraina: (forse) finita la guerra del gas

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordo fatto, quasi, anzi forse no: sono ore frenetiche, nelle quali Russia e Ucraina rilanciano e contro-rilanciano nella complessa trattativa per la fornitura di gas russo a Kiev. A poche ore dalla scadenza prevista, il presidente russo Putin ha offerto prezzi congelati per tre mesi, dopodiché l’Ucraina dovrà pagare il gas a prezzi di mercato, cioè il quadruplo di quanto paga oggi. Il tutto a condizione che si firmi entro la mezzanotte di oggi. “Va bene, ma dobbiamo discutere i dettagli, cioè il prezzo”, risponde il presidente ucraino, Yushenko, che quindi chiede di fissare una data per la ripresa delle trattative, che lasciano con il fiato sospeso anche l’Europa occidentale, che importa dalla Russia, attraverso l’Ucraina, un quarto del gas che consuma. Per il quattro gennaio è previsto un vertice dei ministri dell’energia europei, che nel frattempo hanno scritto ai due presidenti, russo e ucraino, chiedendo di garantire le forniture. Perché, secondo le notizie del momento, se l’Ucraina non firma oggi il colosso pubblico russo, Gazprom, bloccherà domani la fornitura.