ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, minacciato di morte un ostaggio francese. Ma Parigi non ha truppe

Lettura in corso:

Iraq, minacciato di morte un ostaggio francese. Ma Parigi non ha truppe

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ sconcerto in Francia per la diffusione di un video di un tecnico lionese rapito in Iraq. Per liberarlo i sequestratori chiedono a Parigi di mettere fine alla sua “presenza illegittima”, ma la Francia non ha soldati in territorio iracheno, non ha avallato l’invasione del paese e non partecipa a programmi di addestramento delle forze di polizia locale.

L’ostaggio si chiama Bernard Planche. Prima di essere rapito, all’inizio di dicembre, seguiva un progetto idrico per un’organizzazione non governativa. In tutto in Iraq sono censiti una novantina di francesi, metà dei quali lavorano per l’ambasciata. Sono 15 i cittadini stranieri rapiti dopo un’apparente tregua estiva. In Iraq, tenute le elezioni, sciiti conservatori e curdi sembrano intenzionati a formare un governo di unità nazionale ma le proteste contro i presunti brogli continuano. I vincitori hanno ammesso alcune irregolarità ma, appoggiati anche dalla Casa Bianca, sostengono che nel complesso le consultazioni sono state trasparenti.