ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Saddam Hussein denuncia: "Io torturato dagli americani"

Lettura in corso:

Saddam Hussein denuncia: "Io torturato dagli americani"

Dimensioni di testo Aa Aa

Un Saddam Hussein solidale con le vittime delle sevizie, che chiede punizioni per gli aguzzini dichiarandosi lui stesso una vittima delle torture degli americani. E’ il volto inedito che gli iracheni hanno potuto scoprire ieri seguendo la sesta udienza del processo all’ex raìs.

L’opinione pubblica continua a essere divisa: “Dovrebbe essere considerato un prigioniero di guerra, mandato in un altro paese e messo agli arresti domiciliari. Solo così si potrebbe avere un giusto processo”, dice un abitante di Bagdad. “Il giudice dovrebbe essere più severo. Saddam e soci stanno violando le norme del processo e nessuno li scoraggia”, ribatte un altro. L’ex presidente iracheno ha detto in aula di essere stato malmenato e torturato dall’esercito americano e dopo aver ascoltato alcuni testimoni, che sostenevano di essere stati torturati nella località di Dujail nel 1982 dai servizi segreti iracheni, ha espresso il suo compatimento. Se ritenuti colpevoli dei fatti di Dujail, Saddam e i sette coimputati, rischiano l’impiccagione. La Casa Bianca ha rigettato come ridicole le accuse di maltrammenti.