ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Processo a Saddam, il rais ancora contro gli Usa: "Bugiardi numero 1 al mondo"

Lettura in corso:

Processo a Saddam, il rais ancora contro gli Usa: "Bugiardi numero 1 al mondo"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Gli Stati Uniti mentono quando sostengono di non avermi torturato”. E ancora. “La Casa Bianca è il bugiardo numero uno al mondo”.

Dalla sbarra dell’Alto Tribunale Penale di Bagdad, il secondo giorno della ripresa del processo dove è imputato per crimini contro l’umanità Saddam Hussein contrattacca. E accusa ancora gli americani. Colpevoli, secondo l’ex dittatore, di aver detto il falso sulle condizioni della sua prigionia e sulle armi chimiche. E dopo Saddam, anche il fratellastro dell’ex rais ha dichiarato di essere picchiato quando, prigionerio e ammanettato, era sottoposto a interrogatorio. Queste udienze sono dedicate alle deposizioni in merito alla strage di Dujail dove, nell’82, furono uccisi 148 sciiti. Prima dell’autodifesa di Saddam, hanno parlato due testimoni dell’accusa. Che hanno descritto nei particolari la repressione del regime. Ora si aspettano le dichiarazioni di un terzo teste. Il processo va avanti. Le prime pagine dei giornali locali non parlano che di questo.