ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo sciopero dei trasporti pubblici paralizza New York

Lettura in corso:

Lo sciopero dei trasporti pubblici paralizza New York

Dimensioni di testo Aa Aa

Corridoi della metropolitana deserti.Una città paralizzata.Cosi appariva questa mattina New York. Lo sciopero dei trasporti pubblici deciso in nottata dalle organizzazioni sindacali ha lasciato a piedi sette milioni di utenti suscitando le proteste del sindaco Bloomberg che ha definito la protesta “illegale e moralmente sbagliata”.I sindacati replicano parlando di “battaglia indispensabile a garantire la dignità e il rispetto del lavoro e dei lavoratori”.Negli Stati Uniti la legge vieta gli scioperi nel pubblico impiego. Sciopero che potrebbe costare alla città 400 milioni di dollari al giorno.

Per spostarsi ed andare a lavorare la gente ha scelto di usare il taxi o la propria automobile con l’inevitabile corollario di ingorghi.I sindacati e la società pubblica che gestisce i trasporti cittadini hanno tentato fino a ieri sera ma senza successo di trovare un accordo su aumenti salariali, protezione sanitaria e pensioni.Lo sciopero cade in un momento particolarmente delicato, quello pre-natalizio con la città invasa oltrechè dai newyorkesi anche da decine di migliaia di turisti.