ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Non c'è intesa tra Russia e Ucraina sui prezzi del gas applicati da Mosca all'ex repubblica sovietica.

Lettura in corso:

Non c'è intesa tra Russia e Ucraina sui prezzi del gas applicati da Mosca all'ex repubblica sovietica.

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante un colloquio a porte chiuse tra i primi ministri dei due paesi, non si è trovato un accordo sull’applicazione dei nuovi prezzi che la russa Gazprom intende applicare allo stato ucraino. Prezzi di mercato – quindi molto piu’ alti – rispetto a quelli di favore finora applicati di 50 dollari per 1000 metri cubi di gas naturale.

“Ci sono senz’altro di mezzo questioni politiche, perché i paesi che non hanno costruito le loro relazioni come vorrebbe la Russia si sono visti rialzare i prezzi, e tra questi paesi ci sono anche la Moldavia, la Polonia e l’Ucraina”, spiega questo esperto di studi politici ed economici di Kiev.

Mosca recentemente ha chiesto a Kiev di pagare 160 dollari per 1000 metri cubi, cifra salita a 220 dollari dopo le minacce di ritorsioni da parte del governo ucraino, che chiede invece di avere aumenti graduali fino al 2010.

Secondo il consigliere per gli affari europei del presidente russo Putin “l’unione europea gioca in questo un ruolo importante, dato che ha conferito all’Ucraina lo status di economia di mercato. La parola economia di mercato impone che gli accordi siano su basi internazionali e che si paghino i prezzi applicati sul mercato internazionale”, ha dichiarato in questa intervista.

Il divario tra i due paesi si preannuncia sempre piu’ teso, come dimostrano le proteste della comunità ucraina di fronte all’ambasciata russa di Kiev. Stammane inoltre Mosca ha accordato alla Bielorussia il mantenimento del prezzo di favore di 46, 6 dollari per 100 metri cubi di gas per tutto il 2006.