ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Unione Europea. Soddisfazione dopo l'accordo in extremis sul budget

Lettura in corso:

Unione Europea. Soddisfazione dopo l'accordo in extremis sul budget

Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno nero per l’Unione Europea chiuso pero’ da un successo che fino a ieri sembrava improbabile.L’accordo sul budget comunitario 2007-20013 raggiunto la scorsa notte dopo piu di 30 ore di sfibrante negoziato sembra aver restituito il sorriso ai leader europei. Tony Blair con le sue concessioni ai partner comunitari ha chiuso brillantemente la presidenza di turno britannica.Anche se in patria su di lui piovono critiche e accuse di lassismo.

Il nuovo budget europeo è stato fissato a 862,4 miliardi di Euro.Londra ha accettato di ridurre di 10 miliardi e mezzo di euro il suo sconto contributivo alle finanze comunitarie di cui gode da piu di 20 anni. In cambio ha ottenuto dalla Francia di Chirac la promessa, simbolica, ma comunque nuova di una revisione della politica agricola comune tra il 2008 e il 2009. Politica che da sempre avvantaggia Parigi. Sorridono soddisfatti anche i dieci nuovi paesi membri. Polonia in testa. Il nuovo budget rivisto al rialzo promette il mantenimento degli aiuti regionali destinati a chi deve recuperare ritardi di sviluppo strutturali. “Questo – ha spiegato Blair – è un accordo che permette all’Europa di andare avanti, di dimostrare la propria solidarietà ai nuovi paesi membri e che premia chi come noi ha creduto nell’allargamento dell’Unione Europea” L’Europa delle finanze ieri notte ha ripreso quota.Nei mesi prossimi si vedrà se si ritroverà un disegno politico generale capace di darle sostanza.