ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Si apre la conferenza dell'OMC. A Hong Kong anche migliaia di no global.


mondo

Si apre la conferenza dell'OMC. A Hong Kong anche migliaia di no global.

Al grido l’OMC ci porta alla morte, alcuni militanti no global si sono buttati nelle acque del porto di Hong Kong, non lontano dal centro congressi in cui oggi sono cominciati i lavori della Conferenza ministeriale dell’Organizzazione mondiale del commercio.

Almeno 9 mila poliziotti sono schierati a difesa delle 149 delegazioni che fino al 18 dicembre tenteranno di accordarsi sulla liberalizzazione del commercio. La trattativa si preannuncia difficile. Grande ostacolo da superare è il contrasto sull’agricoltura che divide i paesi avanzati da quelli emergenti, riuniti nel Gi 20. Il G 20, di cui fanno parti grossi calibri come il Brasile, l’India o la Cina, chiede la moratoria delle sovvenzioni agricole e un calendario preciso per la loro definitiva soppressione. L’Unione europea ha fatto una proposta di compromesso che il G 20 ritiene insufficiente, ma che Bruxelles non sembra voler modificare. Da qui il commento del direttore generale della conferenza Pascal Lamy: “Mi hanno prestato una bacchetta magica, eccola, ma temo che non funzioni troppo bene. A dire la verità, è il tipo di magia che funziona solo se tutti ci credono”. Nella sala erano riusciti a introdursi alcuni contestatori e Lamy ha dovuto gridare per far capire a tutti la sua battuta. Attesi e, da alcuni temuti, i militanti no global sono arrivati in massa a Hong Kong, ma per il momento gravi scontri non ci sono stati. Si registrano 6 feriti lievi. La polizia ha fatto uso di lacrimogeni per respingere i manifestanti che cercavano di oltrepassare il cordone di sicurezza posto a 1 km dal centro congressi.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Tav Torino-Lione: è tregua. Rinviato l'avvio degli scavi