ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Electrolux chiude fabbrica a Norimberga

Lettura in corso:

Electrolux chiude fabbrica a Norimberga

Dimensioni di testo Aa Aa

Il gigante svedese Electrolux chiuderà la fabbrica tedesca di Norimberga, che produce lavatrici e lavastoviglie sotto il marchio AEG. L’azienda, prima al mondo nella produzione di elettrodomestici, ha preso la decisione dopo il fallimento delle trattative coi lavoratori dello stabilimento, in totale 1.750, che dalla fine del 2007 resteranno senza impiego.

Negli ultimi tre anni la Electrolux ha già chiuso diverse fabbriche, trasferendo le attività dagli Stati Uniti e dall’Europa occidentale verso Paesi in cui la manodopera e i costi sono piu’ bassi, come il Messico e l’Ungheria.
La Germania invece è al secondo posto in Europa, dopo la Danimarca, per il costo medio di un lavoratore, che nel 2004 poteva guadagnare fino a 27,60 euro all’ora.

La decisione di fermare la fabbrica di Norimberga e il trasferimento delle operazioni in Italia e in Polonia sono dovuti, ha spiegato l’azienda, anche all’aumento dei costi delle materie prime come l’acciaio, che impediscono di mantenere una posizione privilegiata su un mercato sempre piu’ competitivo.
In aprile il gruppo aveva già annunciato che rischiava di chiudere uno stabilimento in Spagna e quello italiano di Parabiago, vicino a Milano.