ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra: fiamme e fumo dopo l'esplosione al deposito di carburante

Lettura in corso:

Londra: fiamme e fumo dopo l'esplosione al deposito di carburante

Dimensioni di testo Aa Aa

Fiamme e fumo a Hemel Hempstead dove l’incendio provocato da un’esplosione in un deposito di carburante non è ancora stato domato.

Erano le 6 di stamani, ora locale, quando una forte deflagrazione ha scosso la zona situata 40 chilometri a nord di Londra. Mezz’ora dopo sono seguiti altri due scoppi. GLi attentati del sette luglio sono tornati alla mente di tutti gli inglesi.La zona è stata raggiunta immediatamente da vigili del fuoco e agenti. Bloccata al traffico la circolazione stradale, circoscritta l’area.Ma fin da subito si è parlato di incidente. Le cause non sono ancora chiare. Una quarantina i feriti, due in modo serio. Il boato si è sentito sentito fino a 40 chilometri di distanza. In un raggio di 10 chilomtri hanno tremato i muri degli edifici mentre sono andati in frantumi finestre e vetrine. La coltre di fumo, rilevata dal satellite, si sta diffondendo su una vasta area dell’Inghilterra meridionale, il vento potrebbe trasportarla fino alla costa. La nube non è tossica, ma le sostanze liberate nell’atmosfera sono comunque irritanti. La polizia invita la popolazione a restare in casa. “Ho sentito una forte esplosione poi l’onda d’urto ha spazzato tutto in casa mia”, ha detto una donna. Il deposito di Hemel Hempstead era uno dei più grandi del paese, forniva di carburante tutto il sud est dell’Inghilterra. Nel sito si contavano venti cisterne, ciascuna in grado di contenere 13 milioni e mezzo di litri di carburante. Per domare le fiamme, stando agli esperti, ci vorranno dei giorni.