ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incedio a Londra per l' esplosione in un deposito di carburanti

Lettura in corso:

Incedio a Londra per l' esplosione in un deposito di carburanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Da stamattina è l’inferno a Londra. Uno spaventoso incendio si è sviluppato dopo una serie si esplosioni che si sono avute presso uno dei più grandi depositi di carburante del paese, vicino a Hemel Hempstead e nei pressi dell’aeroporto londinese di Luton, dove il traffico aereo si è mantenuto regolare.

Una quarantina di feriti, due sono gravi. La prima esplosione si è avuta intorno alle 6 di stamattina, ne sono seguite altre due mezz’ora dopo.La circolazione stradale della zona è bloccata. Le cause della deflagrazione non sono ancora chiare, la polizia conferma l’ipotesi dell’ incidente, anche se restano al vaglio degli inquirenti tutte le possibili piste.

Molti edifici sono stati danneggiati. Si tratta comunque di un’area industriale, poche le abitazioni civili intorno. Gli hotel della zona sono stati tutti evacuati. Lo scoppio è stato udito fino a quaranta chilometri di distanza. Nel raggio di cinque, dieci chilometri, ha fatto tremare muri e mandato in frantumi finestre e vetrine.

Il deposito di carburante forniva non solo l’aereporto di Luton ma anche quello di Heatrow e parte della zona sud orientale dell’Inghilterra. Nel sito si contavano venti cisterne, ciascuna in grado di contenere 13 milioni e mezzo di litri di carburante.La polizia invita la popolazione a restare in casa, le sostanze liberate nell’atmosfera non sono velonose ma comunque irritanti. Il vento che spira verso est trasporta a oriente la cortina di fumo che è trattenuta a pochi chilometri da terra dalle temperature rigide.