ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kazakhstan domani alle urne, la vittoria del presidente sembra scontata

Lettura in corso:

Kazakhstan domani alle urne, la vittoria del presidente sembra scontata

Dimensioni di testo Aa Aa

Domani il Kazakhstan va a votare. Sono le terze elezioni presidenziali dall’indipendenza, nel ’91, di questa ex repubblica sovietica ricca di petrolio, nell’Asia centrale. Il risultato delle urne non sarà, secondo gli analisti, una sorpresa: si prevede una riconferma del presidente Nursultan Nazarbaiev.

Secondo l’Osce, il paese non ha attuato le riforme necessarie a garantire uno scrutinio trasparente. Poche chances dunque per i due candidati dell’opposizione: il presidente, già primo segretario del partito in era sovietica, è sostenuto da apparato statale e media nazionali ed ha anche il favore di parte della popolazione. “Grazie a Nazarbayev – dicono – abbiamo pace e stabilità, e nessun conflitto etnico. Non vedo un alternativa al nostro presidente”. E ancora: “Nazarbaiev conosce la situazione internazionale meglio degli altri candidati e ha più autorità a livello mondiale”.