ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, ultimatum dei ribelli: "Liberate i carcerati o uccidiamo gli ostaggi"

Lettura in corso:

Iraq, ultimatum dei ribelli: "Liberate i carcerati o uccidiamo gli ostaggi"

Dimensioni di testo Aa Aa

Libertà per tutti i detenuti nelle carceri irachene, altrimenti gli ostaggi verranno uccisi. Il nuovo video inviato dai carcerieri dei quattro operatori umanitari rapiti sabato scorso a Baghdad contiene un ultimatum fissato per il prossimo otto dicembre.

I quattro, due canadesi, uno statunitense e un britannico della ONGChristian Peacemaker Teams, sono stati definiti “spie al servizio delle forze d’occupazione”. Nel video due di loro parlano rivolti alla telecamera in quello che è presentato dalla voce fuori campo come un appello per il ritiro delle truppe dall’Iraq. Preoccupazione anche per la sorte della 43enne archeologa tedesca Suzanne Osthoff, da una settimana in mano ai suoi rapitori. Dopo quello della famiglia, un inatteso appello per il suo rilascio è giunto anche dal leader religioso sciita Moqtada al-Sadr, che rivolgendosi ai rapitori ne ha chiesto la liberazione.