ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro ecologico in Cina: oggi torna l'acqua nei rubinetti di Harbin

Lettura in corso:

Disastro ecologico in Cina: oggi torna l'acqua nei rubinetti di Harbin

Dimensioni di testo Aa Aa

Oggi gli abitanti di Harbin dovrebbero tornare ad avere l’acqua corrente dopo che da 5 giorni l’acquedotto era chiuso a causa di un’inquinamento da benzene. Sono stati installati speciali filtri al carbone in grado di decontaminare il fiume Songhua, che assicura l’approvvigionamento idrico di questa metropoli da 8 milioni di abitanti.

L’inquinamento era stato causato da un’esplosione in una fabbrica chimica. Oltre 100 tonnellate di benzene, una sostanza altamente cancerogena per l’uomo, si sono riversate nel corso d’acqua. Fatto senza precedenti in Cina per questo genere d’incidenti, un privato cittadino, ristoratore nella città di Harbin, ha fatto causa alla Jilin petrochemicals chiedendo un risarcimento danni e scuse pubblicate sulla stampa. Il disastro ecologico ha suscitato una vivace polemica, anche questa una novità per la Cina, sui silenzi delle autorità rispetto alla pericolosità della situazione e ha messo in evidenza i problemi che la crescita economica esponenziale del paese sta causando all’ambiente. Attualmente il 70% dei fiumi cinesi risulta inquinato.