ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Eta chiede la mediazione internazionale sulla situazione basca

Lettura in corso:

L'Eta chiede la mediazione internazionale sulla situazione basca

Dimensioni di testo Aa Aa

Intervenga la comunità internazionale per risolvere il conflitto basco: a chiederlo è stato il gruppo separatista Eta con un comunicato inviato a media e ambasciate straniere.

L’auspicio è che il coinvolgimento di organizzazioni internazionali porti a una soluzione negoziata seguendo tre fasi: il dialogo, la trattativa e un accordo che riconosca il diritto all’autodeterminazione del popolo basco. Nel testo, però, i militanti non fanno menzione di voler abbandonare la lotta armata. Ed è per questa ragione che il governo di Madrid ha già reagito affermando di non voler attribuire la minima importanza a questa presa di posizione. L’Eta compare nelle liste nere dei gruppi terroristici stilate dalla Spagna, dell’Unione Europea e dagli Stati Uniti. Confermando i suoi metodi, il mese scorso il gruppo armato ha piazzato e fatto ritrovare due lanciagranate nei pressi dell’aeroporto di Saragozza. In un quarantennio di attacchi per l’indipendenza della regione basca l’Eta ha causato più di 800 morti. E’ da maggio 2003, tuttavia, che nessun attentato si rivela mortale.