ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Allarme inquinamento: il benzene si sposta dalla Cina verso l'Est della Russia.


mondo

Allarme inquinamento: il benzene si sposta dalla Cina verso l'Est della Russia.

L’allarme inquinamento minaccia ora le regioni della Russia orientale. E continua in Cina l’evacuazione dei villaggi lungo il fiume Songhua nel quale viaggia a velocità di 50 chilometri al giorno una chiazza di 100 tonnellate di benzene e derivati.

Ad Harbin – 4 milioni di abitanti – centinaia di persone sono state evacuate. Le autorità di Pechino hanno tagliato l’acqua corrente ricorrendo alla distrubuzione di acqua minerale. L’incidente in un impianto petrolchimico nel nord-est della Cina il 13 novembre ha ucciso 5 persone: l’esercito cinese lavora ora a tempo pieno per installare filtri nei principali nodi dell’impianto idrico che assorbano il nitrobenzene. Lo Songhua confluisce nel fiume Amur che costituisce il confine fra Cina e Russia. La scarsa comunicazione fra Pechino e Mosca ha fatto sì che ancora il 22 novembre in Russia non si conoscesse esattamente la gravità della situazione. Il benzene si scioglie in acque con temperature superiori a 20 gradi. La preoccupazione è dunque che la sostanza resti sotto lo strato di ghiaccio rallentando il processo di dissuluzione nell’ambiente e aumentando il tempo di esposizione di tutto l’ecosistema al veleno.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Scoppia un nuovo scandalo pedofilia in Francia