ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stati Uniti, in parlamento la prima richiesta di ritiro immediato dall'Iraq

Lettura in corso:

Stati Uniti, in parlamento la prima richiesta di ritiro immediato dall'Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta al Congresso americano è stato chiesto il ritiro immediato delle truppe dall’Iraq. La mozione è stata presentata dal democratico John Murtha, deputato da oltre trent’anni e iniziale sostenitore dell’intervento in Iraq.

“Le nostre truppe sono diventate il principale obiettivo degli insorti. Sono uniti contro le forze americane – ha detto Murtha – Siamo diventati un catalizzatore della violenza. I militari statunitensi sono il nemico comune dei sunniti, dei seguaci di Saddam e degli stranieri dediti alla guerra santa”. Secondo il parlamentare le truppe hanno compiuto la loro missione: “hanno catturato Saddam Hussein e i suoi più stretti collaboratori ma – constata – la guerra continua a intensificarsi”. Dichiarazioni che sono state definite “riprovevoli e irresponsabili” da un gruppo di altri deputati della maggioranza repubblicana. Altre richieste di disimpegno erano state presentate in passato in parlamento ma tutte parlavano di un ritiro progressivo. Quella di Murtha, colonnello dei marine in pensione e veterano delle guerre di Vietnam e Corea, giunge mentre secondo l’ultimo sondaggio di USA Today il 60% degli americani si sono convinti che la guerra non era giustificata.