ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Almeno un centinaio di morti nell'ennesima strage del venerdì in Iraq.

Lettura in corso:

Almeno un centinaio di morti nell'ennesima strage del venerdì in Iraq.

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovo venerdì di sangue in Iraq.Un camion imbottito d’esplosivo è saltato in aria stamattina davanti all’ingresso principale dell’Hotel Hamra di Bagdad, un albergo che ospita molti occidentali, compresi alcuni giornalisti.All’incirca allo stesso momento un’altra autobomba è esplosa vicino al centro di detenzione di Jadryiah, lo stesso che nei giorni scorsi ha fatto gridare allo scandalo per i sospetti di torture sui prigionieri.

Nei due attentati si contano finora solo sei vittime accertate, ma secondo il ministero dell’interno iracheno il bilancio potrebbe essere molto più pesante, perché un condominio è stato ridotto in macerie, e molte persone potrebbero essere rimaste sepolte. Trattandosi di un venerdì, giorno festivo nell’Islam, molti erano a casa, al momento dell’esplosione.

È già invece certa la gravità di due attentati suicidi lanciati nell’ora della preghiera contro due moschee sciite a Khaneqin, nel nord-est dell’Iraq. Si parla di almeno un centinaio di morti e decine di feriti. Le due moschee erano frequentate da curdi. Tutti gli attacchi di oggi sono stati rivendicati in due comunicati diffusi su internet dal braccio iracheno di Al-Qaida.