ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I tre algerini arrestati in Italia "stavano preparando attentati", dicono gli inquirenti

Lettura in corso:

I tre algerini arrestati in Italia "stavano preparando attentati", dicono gli inquirenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono convocate per domani a Brescia le udienze di convalida dei fermi dei due algerini accusati di terrorismo internazionale. Oltre a loro, nell’ambito della stessa operazione, un altro algerino è stato fermato a Napoli. I tre, secondo quanto è emerso dalle intercettazione telefoniche, erano pronti a mettere in atto un progetto terroristico in una città italiana.

I fermi sono avvenuti nella notte fra martedì e mercoledì, ma la notizia è filtrata soltanto oggi. Il gruppo sarebbe membro delle “cellule salafite per le predicazione e il combattimento in Europa”. Secondo la magistratura i tre non avrebbero avuto solo un ruolo di supporto logistico, ma potenzialmente anche operativo. Erano pronti a compiere attentati. Uno di loro, ha frequentato campi di addestramento in Afghanistàn e Cecenia. L’operazione è avvenuta proprio nelle ore in cui a Giacarta in Indonesia, nel covo di un terrorista ricercato, è stata ritrovata una videocassetta contenente minacce all’Italia.