ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, lo stato d'emergenza prolungato fino a febbraio

Lettura in corso:

Francia, lo stato d'emergenza prolungato fino a febbraio

Dimensioni di testo Aa Aa

I deputati francesi hanno dato il via libera alla proroga di tre mesi dello stato d’emergenza. Il provvedimento, voluto per contrastare la crisi nelle periferie, è stato approvato a stragrande maggioranza e ora attende solo il sì, scontato, del Senato.

Per il ministro dell’interno Nicolas Sarkozy la legge è la risposta necessaria al diffuso sentimento di insicurezza: “A 15 minuti dal centro di Parigi e talvolta nel cuore delle nostre grandi città, francesi di ogni estrazione sociale abbassano lo sguardo quando sono in strada, chiudono la porta dando tre mandate. Vivono, o meglio, sopravvivono con la paura. E questo da troppi anni”. Dalla fine di ottobre quasi 9.000 auto sono state bruciate in Francia. Ma l’opposizione resta critica: “I socialisti sono per l’ordine e la legalità repubblicana e contro le leggi eccezionali”, dice Henri Emmanueli. Nonostante i dubbi, a favore hanno votato anche i centristi dell’Udf: “Il coprifuoco non ha dato prova di grande efficacia: è più che altro una misura psicologica, di comunicazione”, ha dichiarato Jean Christophe Lagarde. La situazione sta lentamente migliorando. Ieri il primo ministro Villepin si è potuto recare indisturbato in periferia. Intanto per 10 stranieri maggiorenni coinvolti nei disordini sono già cominciate le procedure di espulsione ma probabilmente non ce ne saranno molte altre.