ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush attacca la Cina sua Taiwan. Pechino risponde: "Non vogliamo interferenze"

Lettura in corso:

Bush attacca la Cina sua Taiwan. Pechino risponde: "Non vogliamo interferenze"

Dimensioni di testo Aa Aa

Al primo giorno di un lungo viaggio in Asia, George Bush si è attirato le critiche della Cina. Duranta la tappa in Giappone il presidente americano si è intrattenuto con degli imprenditori a Kyoto e di fronte a loro non ha esitato a fare una classifica degli stati più democratici dell’area.

Taiwan, Giappone e Corea del Sud sono paesi modello – secondo Bush – mentre la Cina è tra quelli che verso la democrazia hanno fatto solo qualche passo. Myanmar e Corea del Nord sono invece regimi totalitari In terra giapponese non sono mancate le contestazioni anti-americane, ma secondo Bush questo è segno della libertà che regna nel paese. Pechino non ha affatto gradito l’elogio a distanza di Taiwan, che ha sempre considerato parte della Cina. Il governo comunista ha invitato gli Stati Uniti a non interferire con la propria politica interna.