ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo: l'inviato dell'Onu rifiuta gli ultimatum

Lettura in corso:

Kosovo: l'inviato dell'Onu rifiuta gli ultimatum

Dimensioni di testo Aa Aa

Niente date per l’avvio dei negoziati. Martti Ahtisaari, l’inviato speciale dell’Onu incaricato di dirigere le trattative per dare al Kosovo un nuovo statuto, non accetta ultimatum. Lo ha ribadito, a Bruxelles, alla commissaria europea alle relazioni esterne, Benita Ferrer-Waldner.

L’ex presidente finlandese ha confermato che nelle prossime settimane si recherà a Belgrado, Pristina, Skopje e Tirana, prima del via ufficiale dei negoziati che si terranno a Vienna.

“È ovvio che questo processo non può durare in eterno, che dobbiamo fare presto, ma senza essere precipitosi”.

Il Kosovo è una provincia serba ma il 90% della popolazione è albanese. È sotto amministrazione dell’Onu dal 1999, dalla fine della guerra nei Balcani. Il Consiglio di Sicurezza il 24 ottobre scorso ha approvato una risoluzione per l’avvio dei negoziati che dovranno definire il nuovo statuto della provincia. Pristina reclama piena indipendenza. Belgrado propone una larga autonomia.