ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Periferie violente: Parigi blindata. La rivolta contagia il Belgio

Lettura in corso:

Periferie violente: Parigi blindata. La rivolta contagia il Belgio

Dimensioni di testo Aa Aa

Le violenze diminuiscono, ma l’allerta resta alta. Parigi, dopo l’esplosione della rivolta dei giovani nelle periferie, è sotto stretta sorveglianza della polizia e dell’esercito.

Nicolas Sarkozy ha deciso di applicare la legge che consente di espellere gli stranieri.Il ministro dell’Interno francese ha annunciato che caccerà dal Paese gli stranieri coinvolti negli scontri. Nella capitale gli atti di vandalismo sono calati. La situazione è peggiorata invece a Lione, dove il prefetto ha imposto il divieto di raduno in centro. Nella seconda città francese, sabato sera erano scoppiati disordini nei pressi della piazza più grande. La polizia ha dovuto usare i lacrimogeni per disperdere un gruppo di giovani. Se in Francia la rivolta sembra placarsi, il Belgio ha vissuto momenti di tensione. A Bruxelles e in altre città sono state bruciate diverse auto: una cinquantina di giovani sono stati fermati. Ma non ci sono stati scontri diretti con la polizia. Per il ministro dell’Interno belga, la situazione è comunque calma.