ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giordania: la mancata kamikaze degli attentati si confessa davanti alla Tv

Lettura in corso:

Giordania: la mancata kamikaze degli attentati si confessa davanti alla Tv

Dimensioni di testo Aa Aa

Un abito nero, con attorno la cintura esplosiva. La televisione giordana ha mostrato le prime immagini della mancata kamikaze degli attentati di Amman catturata dalla polizia.

Sajida Rishawi, questo il suo nome, ha ammesso di aver partecipato agli attacchi che nella notte di mercoledì hanno colpito tre grandi alberghi della capitale. La donna, una cittadina irachena, moglie di uno dei tre uomini che si sono fatti esplodere, ha raccontato di essere entrata con il marito in una sala dell’hotel Radisson, ma di non essere riuscita ad attivare la detonazione. E di essere poi fuggita. Negli attacchi, che sono stati rivendicati da Al Qaeda, sono morte, oltre ai kamikaze, 54 persone. Gli hotel colpiti – Radisson, Hyatt e Days Inn – avevano ospitato in passato incontri dei servizi segreti americani, egiziani e israeliani. E’ la prima volta che la Giordania viene colpita così duramente. Anche oggi, come ogni giorno dopo gli attentati, la gente è scesa per la strada a manifestare contro il terrorismo e per sostenere il governo.