ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Armi chimiche per l'assedio di Falluja: l'inchiesta di RaiNews24

Lettura in corso:

Armi chimiche per l'assedio di Falluja: l'inchiesta di RaiNews24

Armi chimiche per l'assedio di Falluja: l'inchiesta di RaiNews24
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli americani hanno utilizzato armi chimiche in Iraq? Sì, secondo un’inchiesta di RaiNews24. Ma andiamo per ordine.

Un anno fa l’esercito americano lancia l’offensiva contro Falluja, località in mano alla guerriglia. Su 300mila abitanti, a migliaia cercano di fuggire l’assedio, ma non si è mai saputo quanti siano rimasti in città al momento dell’attacco. La notte dell’8 novembre i cieli di Falluja sono illuminati a giorno dal fosforo bianco. Far luce sulle postazioni nemiche: è l’uso consentito per quest’arma chimica. Ma testimonianze di ex militari americani rivelano che si è andati ben oltre, con conseguenze tragiche per la popolazione civile. Jeff Englehart e Garett Rappenhagen, veterani della I divisione, quella notte c’erano. Il giornalista della Rai Sigfrido Ranucci chiede: “Sono state usate armi chimiche a Falluja?”- So per certo che venne utilizzato il fosforo bianco, che è un’arma chimica, al di là di ogni dubbio.“Come può esserne sicuro?”- Ci hanno informati via radio. Hanno detto “tra cinque minuti bombardiamo con Whisky Pete”, il nome in gergo militare del fosforo bianco. Si diffonde come un gas. Quando viene a contatto con l’epidermide provoca ustioni sino all’osso. “Ha visto gli effetti di queste armi?”- Corpi su corpi ustionati… bambini… donne. Il forforo bianco uccide indiscriminatamente. Esplode a forma di nuvola. Chi si trova nel raggio di 150 metri è spacciato, uomini o animali che siano. Qualche giorno dopo l’assedio un‘équipe medica ha ottenuto dall’esercito americano l’autorizzazione ad entrare a Falluja col compito di identificare e seppellire i cadaveri. Il fosforo bianco lascia intatti gli indumenti: è stato semplice distinguere i civili dai miliziani. Un mese dopo gli Stati Uniti smentivano categoricamente l’uso di armi chimiche sulla città.