ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esperti riuniti a Ginevra per combattere l'influenza aviaria

Lettura in corso:

Esperti riuniti a Ginevra per combattere l'influenza aviaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Mettere a punto una strategia globale per contrastare l’influenza aviaria e prevenire lo sviluppo di una possibile pandemia nell’uomo.

Sono gli obiettivi del summit internazionale che si apre oggi a Ginevra, promosso dall’Organizzazione mondiale della Sanità, dalla Fao, dall’Ufficio internazionale di Epizootia e dalla Banca mondiale. Quattrocento esperti riuniti per affrontare il pericolo del virus H5N1, che ha già ucciso 73 persone in quattro paesi dell’Asia e ha causato l’uccisione di 150 milioni di uccelli. In Europa il virus è comparso in Romania, Russia, Turchia, Croazia e in Gran Bretagna per il caso fortunatamente isolato del pappagallo morto. In Asia la situazione piu’ drammatica con 41 morti in Vietnam, 13 in Thailandia e gli ultimi preoccupanti casi riscontrati in Cina. Una sfida difficile quella che verrà affrontata per tre giorni nel palazzo dell’Oms di Ginevra, perchè richiede risposte rapide sul fronte veterinario, agricolo, sanitario e finanziario. A questo proposito la Banca Mondiale sta elaborando un piano per aiutare i paesi colpiti o minacciati dal virus e sarebbe pronta a sbloccare tra i 250 e i 420 milioni di euro. I primi a chiedere aiuti finanziari e tecnici sono i Paesi africani. Obiettivo del vertice sarà anche quello di riportare l’attenzione sugli animali, la radice del problema: piu’ importante della corsa in atto agli antivirali.