ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per la stampa americana la Cia avrebbe prigioni segrete nell'Europa dell'est

Lettura in corso:

Per la stampa americana la Cia avrebbe prigioni segrete nell'Europa dell'est

Dimensioni di testo Aa Aa

Terroristi islamici legati ad Al Quaida sarebbero tenuti prigionieri dalla Cia in carceri ‘top secret’ negli paesi dell’Europa dell’est e in parte dell’Asia. E’ quanto emerge da un inchiesta dell’autorevole quotidiano americano Washington Post che sta creando non poco imbarazzo alla Casa Bianca.

Secondo il dossier, si tratterebbe di una rete di carceri dislocate in vari paesi del mondo, tra cui la Thailandia e l’Afghanistan, dove i prigionieri verrebbero interrrogati, torturati e brutalmente picchiati. A sparare a zero contro l’amministrazione Bush le associazioni che si battono da sempre per tutelare i diritti umani, prime tra tutti Human Rigths Watch. ‘‘Questa scoperta non ci sorprende piu’ di tanto – racconta Marc Garlasco, un analista militare – La Cia da sempre usa i propri aerei privati per trasportare i prigionieri dall’Afhanistan in qualsiasi parte del mondo per poi torturarli’‘. Torna dunque lo spettro di Abu Ghraib, la prigione vicino a Baghdad dove i terroristi islamici venivano brutalmente malmenati dai militari americani Al momento il governo Usa non ha ancora smentito le inquietanti rivelazioni, mentre i paesi dell’est Europa negano qualsiasi tipo di coinvolgimento.