ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GB: crisi d'autorità per Tony Blair, laburisti in rivolta

Lettura in corso:

GB: crisi d'autorità per Tony Blair, laburisti in rivolta

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi d’autorità di Tony Blair è sotto gli occhi di tutti, dopo le dimissioni del ministro al lavoro David Blunkett. Il premier britannico si trova di fronte a una vera e propria rivolta in seno al suo partito: negli scorsi giorni i ministri si sono scontrati sulla riforma del sistema scolastico e sul divieto di fumare nei locali pubblici, mentre resta bloccata in parlamento la legge antiterrorismo.L’errore politico di Blair, secondo gli analisti, è di avere annunciato che non si candiderà a un quarto mandato. In molti premono perché lasci il prima possibile l’incarico al suo erede designato, il ministro delle finanze Gordon Brown.Blair non è nemmeno riuscito a impedire che Blunkett rassegnasse per la seconda volta le dimissioni in seguito all’ennesimo scandalo. L’ex ministro aveva violato il codice di condotta ministeriale accettando un lavoro poco dopo le sue dimissioni precedenti senza chiedere un consiglio all’apposito comitato indipendente. Nominando al suo posto John Hutton, Blair ha però voluto ribadire la sua ferma intenzione a proseguire sulla via delle riforme. E, secondo alcuni, anche lanciare un messaggio a Brown: Downing Street è ancora lontana.