ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, 100 mila in piazza per difendere l'età del prepensionamento

Lettura in corso:

Belgio, 100 mila in piazza per difendere l'età del prepensionamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Sciopero generale in Belgio, e 100 mila persone in piazza contro l’innalzamento dell’età di prepensionamento da 58 a 60 anni. Su iniziativa dei 3 principali sindacati, i lavoratori si sono mobilitati per costringere il governo social-liberale a rivedere la riforma, varata per riequilibrare i conti della previdenza, minacciati dal progressivo invecchiamento della popolazione.“Il punto essenziale è il mantenimento dell’età prepensionabile a 58 anni e delle attuali deroghe” dice un delegato industriale.“Questo è un segnale molto forte di lavoratori e impiegati nei confronti del Governo. Non vogliamo una riforma così drastica” afferma un sindacalista di Charleroi.Tra i punti contestati della nuova normativa, anche la necessità, per i lavoratori che escono da imprese in ristrutturazione, di restare almeno 6 mesi in cerca di nuova occupazione prima di accedere al prepensionamento. Una formula giudicata particolarmente penalizzante, considerato che è quasi impossibile, per i più anziani, trovare un nuovo lavoro. Il Belgio ha uno dei tassi di occupazione più bassi d’Europa.Lo sciopero generale di 24 ore, il secondo nell’arco di meno di un mese, ha paralizzato il Paese. Fermi gran parte dei servizi pubblici, come trasporti, poste, ospedali, scuole. Massiccia l’adesione alla protesta da parte dei lavoratori dell’industria.Il primo ministro Guy Verhofstadt non intende cedere e rifiuta di riaprire il negoziato sulla riforma. In mancanza della quale, i conti della previdenza rischiano di saltare entro il 2010.