ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Olanda, incendio nel centro di detenzione: condizioni di sicurezza sotto accusa

Lettura in corso:

Olanda, incendio nel centro di detenzione: condizioni di sicurezza sotto accusa

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono state aperte due inchieste in Olanda sull’incendio divampato la notte scorsa al centro di detenzione di Schiphol. Nel rogo scoppiato poco dopo mezzanotte sono rimasti uccisi 11 detenuti e ferite altre 15 persone, fra cui sei prigionieri.Uno dei detenuti ha raccontato che gli agenti in un primo tempo non hanno creduto alle grida di aiuto.

Il ministro della giustizia Piet Hein Donner ha annunciato i passi che intende muovere: “Dobbiamo verificare la situazione negli altri centri in modo che i detenuti non debbano temere che lo stesso possa accadere a loro. Secondo: dobbiamo occuparci dei parenti e di coloro che erano presenti al momento dell’incendio”. Il centro di detenzione di Schipol, l’aeroporto di Amsterdam, è stato costruito in tutta fretta nel 2002 per i clandestini e i corrieri della droga in attesa di espulsione.

Le condizioni di sicurezza sono sotto accusa: il prefabbricato era già stato vittima di un incendio ancor prima dell’inaugurazione. E in casi come questo può risultare fatale una caratteristica denunciata dalle associazioni: non esiste un’apertura centralizzata delle porte, che possono quindi essere aperte solo manualmente una a una.