ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'influenza dei polli uccide un'altra persona in Indonesia

Lettura in corso:

L'influenza dei polli uccide un'altra persona in Indonesia

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione europea proporrà oggi il blocco dell’importazione di volatili esotici e in generale di tutti gli uccelli vivi provenienti dal resto del mondo.

La misura è stata chiesta dalla Gran Bretagna in seguito alla diagnosi del virus dell’influenza aviaria in un pappagallo importato dal Suriname. L’animale era comunque in quarantena. In Europa accertamenti sono in corso per verificare la presenza della malattia in Portogallo, Germania e Ungheria. I primi test effetuati su alcune centinaiadei 9.000 volatili trovati morti in territorio ungherese hanno dato esito negativo. E’ invece certa la morte di una quarta persona per l’influenza aviaria in Indonesia mentre in Thailandia almeno in 6 sono stati ricoverati con i sintomi del virus. Ministri e autorità sanitarie di una trentina di paesi e di varie organizzazioni internazionali stando discutendo, in un vertice in Canada, della risposta mondiale da dare all’emergenza. La Fao ha criticato la corsa ai farmaci anti-virali. Secondo l’organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, i governi stanno sbagliando obiettivo. Più che cercare rimedi per una pandemia che non esiste ancora presso l’uomo, il suggerimento è quello di aiutare i paesi asiatici a contenere la malattia nei pennuti sensibilizzando gli allevatori e risarcendoli per gli animali abbattuti.