ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali polacche: vince Kaczynski che promette un referendum sull'euro

Lettura in corso:

Presidenziali polacche: vince Kaczynski che promette un referendum sull'euro

Dimensioni di testo Aa Aa

A sorpresa il conservatore cattolico Lech Kaczynski ha vinto le elezioni presidenziali polacche. Membro del partito Diritto e giustizia, che suo fratello gemello Jaroslaw dirige, al ballottaggio Kaczynski ha ottenuto poco piu’ del 54 % per cento dei voti. Ha sedotto un elettorato sensibile al tema legge e ordine contro la corruzione e ai valori patriottici e cattolici, ma anche convinto i difensori dello stato sociale.

Kaczynski, che è attualmente sindaco di Varsavia, porta la Polonia risolutamente a destra, dopo che anche le elezioni politiche di un mese fa sono state vinte dal suo stesso partito. Fra le prime dichiarazioni del vincitore, la promessa di referendum sull’adozione dell’euro entro il 2010. Una presa di posizione che ha stupito, visto il conosciuto euroscetticismo di Kaczynski. Grande perdente il liberale Donald Tusk, che era stato portato in trionfo dai sondaggi pre voto, ma che invece si è dovuto accontentare di poco meno del 45 % dei suffragi, espressi soprattutto nelle grandi città. La Polonia profonda, invece, ha diffidato del suo programma di riforme fiscali e di totale liberalizzazione economica. Tusk, cui Kaczynski ha offerto la poltrona di presidente del parlamento, dovrà ora accontentarsi di far entrare la sua Piattaforma civica nella coalizione di governo. Le trattative dovrebbero concludersi entro la settimana.