ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il virus dei polli contagia la Svezia

Lettura in corso:

Il virus dei polli contagia la Svezia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’influenza aviaria nelle ultime quarantotto ore ha toccato due nuovi paesi europei. Ieri è stato il turno della Svezia dove il virus ha ucciso un’anatra a Ekilstuna, a est di Stoccolma. I risultati dei test hanno mostrato la positività a una patologia influenzale aviaria, ma non si sa ancora da quale ceppo di virus sia stata contagiata. L’istituto veterinario svedese sta procedendo ad ulteriori analisi per verificare se si tratti del pericoloso H5N1.

La presenza del virus è stata confermata invece in Croazia sui cigni trovati morti in Slavonia centrale. Un nuovo focolaio si è sviluppato in Russia nella regione di Celianbinsk negli Urali. E in Gran Bretagna è stato scoperto un pappagallo importato dal sud America contagiato dal virus H5 “Tutti i volatili che arrivano nel Regno Unito dall’estero – spiega il capo del servizio veterinario britannico – vengono messi in quarantena. Ed è qui che stato trovato il virus. Quindi possiamo dire che sul territorio del Regno Unito non c‘è l’influenza aviaria”. Fino ad oggi casi di influenza aviaria sono stati riscontrati in otto Paesi europei. L’Italia, a titolo precauzionale, ha deciso di applicare l’embargo su tutto il pollame proveniente dai Balcani. Venerdì è scattato il blocco europeo di sei mesi sulle importazioni dalla Russia.