ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kirghzstan: protesta in piazza, chieste le dimissioni di Kulov

Lettura in corso:

Kirghzstan: protesta in piazza, chieste le dimissioni di Kulov

Dimensioni di testo Aa Aa

Resta alta la tensione in Kirghzstan.

Nella capitale Bishkek centinaia di persone sono scese oggi in piazza per chiedere le dimissioni del primo ministro Felix Kulov, mentre un gruppo di parlamentari ha presentato una mozione di sfiducia nei suoi confronti. Kulov, uno dei leader della cosiddetta rivoluzione dei tulipani, è chiamato personalmente in causa per la sanguinosa rivolta di giovedì in un carcere alla porte di Bishkek che è costata la vita a tre uomini, tra cui un deputato ucciso in una sparatoria mentre cercava di fare da mediatore. Il premier, respingendo le accuse, ha dichiarato di dimettersi se il parlamento si pronuncerà in questo senso. Nell’ex repubblica sovietica, il premier è responsabile, tra le altre cose, del buon funzionamamento del sistema carcerario. All’origine della sollevazione a Moldovanovka, le pessime condizioni di trattamento e igieniche per i detenuti. A puntare il dito contro anche l’incaricato della tutela dei diritti dell’uomo presso la presidenza kirghisa, che mercoledì ha denunciato la pessima situazione carceraria del Paese.Oggi intanto, stando a fonti governative, i secondini che avevano abbandonato l’edificio, hanno ripreso il lavoro.