ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Previsioni di crescita al ribasso per la Germania

Lettura in corso:

Previsioni di crescita al ribasso per la Germania

Dimensioni di testo Aa Aa

I principali istituti economici tedeschi hanno abbassato, per il prossimo anno, la previsione di crescita del paese. Nel loro rapporto diffuso oggi a Berlino, i sei istituti, per voce di Roland Doehrn, hanno lanciato un appello al futuro governo a portare avanti una decisa politica di riforme.

“La congiuntura tedesca si nutre sempre e solo di input provenienti dall’estero. La domanda interna stagna. Quindi ogni piccola perturbazione esterna indebolisce l’economia tedesca” La crescita ecomomica, malgrado leggermente piu’ elevata di quella prevista in precedenza, si attesterà su uno 0,8% quest’anno mentre per il 2006 dovrebbe salire all’1,2%. Il deficit pubblico è da quattro anni consecutivi oltre il tetto del 3% del PIL imposto dal patto di stabilità. Il tasso di disoccupazione, che nel 2005 ha superato l’11,2%, equivalente a piu’ di quattro milioni di disoccupati, preoccupa notevolmente i responsabili della terza economia mondiale. Per il prossimo anno si prevede una leggera diminuzione dei senza lavoro. Il tasso dovrebbe scendere a 10,9%. Il rapporto congiunturale messo a punto dai sei principali istituti economici tedeschi sottolinea come la diminuzioen del tasso di disoccupazione sia dovuto prevalentemente a lavoro interinale, e non ad un aumento dei posti di lavoro a tempo indeterminato. Le raccomandazioni congiunturali dei sei istituti si riassumono in:valorizzare il lavoro aumentando la responsabilità individuale, abbassare i salari, ridurre drasticamente sovvenzioni e vantaggi fiscali, a tutto vantaggio di una crescita del PIL che sia reale e che si basi un rialancio della produzione industriale.