ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'influenza aviaria torna a uccidere in Asia

Lettura in corso:

L'influenza aviaria torna a uccidere in Asia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’influenza aviaria torna a uccidere. Un uomo di 48 anni è morto in Thailandia, dove in passato si erano già registrate 12 vittime, ma da un anno non si verificavano casi letali. Allevatore in una regione non lontana dalla capitale Bangkok, l’uomo era entrato in contatto con polli infetti, li aveva macellati e mangiati. Si tratta dunque di un tipico caso di contagio dall’animale all’uomo. Che il virus non sia mutato lo conferma il fatto che i familiari della vittima non hanno contratto la malattia.La Cina ha annunciato un altro caso di influenza aviaria provocato dal virus H5N1: 2.600 volatili sono morti in una fattoria della Mongolia interna. Il Governo di Pechino ha definito la situazione molto grave.Le autorità di Taiwan hanno confermato che i mille uccelli che si trovavano in un container arrivato di contrabbando dalla Cina erano tutti affetti dalla forma più grave del virus. Tutti i volatili sono stati abbattuti. Già due anni fa, Taiwan individuò un caso d’influenza aviaria in un carico di contrabbando proveniente sempre dalla Cina.