ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si apre il processo di Bagdad: Saddam Hussein oggi alla sbarra

Lettura in corso:

Si apre il processo di Bagdad: Saddam Hussein oggi alla sbarra

Dimensioni di testo Aa Aa

Comincia oggi a Bagdad il processo contro Saddam Hussein. Lungamente attesa, la prima udienza pubblica rischia di non durare molto. L’avvocato dell’ex raìs iracheno, infatti, chiederà immediatamente una sospensione.

Il legale vuole tre mesi di tempo per studiare le accuse contenute in un faldone di ottocento pagine, molte delle quali – dice – illeggibili, che gli sono state consegnate solo tre settimane fa. Saddam rischia l’impiccagione anche se ritenuto colpevole dell’unico caso di cui si parlerà oggi: al Tribunale speciale iracheno saranno letti i capi d’imputazione contro di lui e altre sette persone, accusate della strage di Dujail. L’8 luglio 1982 giovani sciiti tentarono di assassinarlo nella cittadina a nord di Bagdad. Secondo l’accusa, Saddam Hussein per vendicarsi fece internare, torturare e uccidere, schiere di abitanti anche a distanza di anni dall’attentato. Il suo avvocato ha bollato come strumentale la scelta di questo caso per avviare il processo. I fatti di Dujail, secondo lui, sarebbero tra i pochi che non vedono il coinvolgimento di americani. Organizzazioni come Amnesty International hanno auspicato un processo equo, dicendosi comunque contrarie a un’eventuale condanna a morte.