ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Influenza aviaria, missione UE in Turchia

Lettura in corso:

Influenza aviaria, missione UE in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’arrivo dell’influenza aviaria in Turchia e Romania diventa un tema prioritario nell’agenda dell’Unione europea. I ministri dei Venticinque si riuniranno in due diverse occasioni, da domani a venerdì prossimo, per studiare provvedimenti in vista di un’eventuale pandemia. Il commissario europeo alla sanità Markos Kiprianou presenterà mercoledì un programma di simulazione destinato a testare la capacità di reazione alla temuta diffusione della malattia. Un gruppo di tecnici dell’Unione è in Turchia per svolgere indagini sul virus che ha già ucciso migliaia di uccelli e animali da cortile.“La malattia è, al momento, un problema solo veterinario – dice Philippe Houdart dell’agenzia alimentare belga -. Non è ancora un’emergenza per la salute umana. E’ per questo che l’Unione ha inviato veterinari in Turchia, e non medici”.Il Delta del Danubio rappresenta un luogo di coltura ideale per la diffusione del virus. Qui si fermano uccelli migratori provenienti dall’est e diretti verso l’Europa del sud e l’Africa.Per aiutare i Governi a costituire scorte di medicinali di prevenzione, il colosso farmaceutico svizzero Roche ha donato alla Turchia 20 mila confezioni di Tamiflu, l’antivirale considerato particolarmente efficace contro l’influenza aviaria. 2400 confezioni, ognuna del valore di 56 euro, sono state consegnate alla Romania.