ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Virus aviario: in Romania a uccidere è stato l'H5N1

Lettura in corso:

Virus aviario: in Romania a uccidere è stato l'H5N1

Dimensioni di testo Aa Aa

Cresce l’allarme per il virus aviario in Europa. In Turchia si è registrata la morte di altri 1000 polli in una zona al confine con l’Iran, dove era già stato riscontrato il virus. Al momento non si conosce la causa, ma campioni dei volatili sono stati inviati a Erzurum, la più grande città della zona, per essere analizzati. Quest’agricoltore si dice disperato i suoi polli sono tutti morti.

I volatili facevano parte di una partita di 6000 polli comprati nella provincia occidentale di Bursa. La notizia dalla Turchia arriva subito dopo la conferma che il virus isolato in Romania, e che ha sterminato i polli di una fattoria in un villaggio sul delta del Danubio, è l’H5N1. I campioni erano stati inviati in un laboratorio veterinario britannico, uno dei più importanti al mondo per le malattie degli animali.

Nel paese balcanico è stato scoperto un possibile nuovo focolaio di influenza aviaria. Se confermato, sarebbe il terzo. I volatili presunti portatori del virus sono stati trovati sempre sul delta del Danubio. Un’area tra le più paludose d’Europa, zona di transito per molti uccelli migratori.

Gli esperti confermano il ruolo decisivo di quest’ultimi nella propagazione del virus e invitano a rafforzare i controlli. Le rotte degli uccelli migratori portano verso il Medio Oriente e l’Africa, ma non possono escludersi altre soste.