ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Influenza dei polli: la Romania chiede collaborazione ai paesi vicini

Lettura in corso:

Influenza dei polli: la Romania chiede collaborazione ai paesi vicini

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente Traian Basescu ha già preso contatto con le autorità degli stati confinanti per cercare di bloccare la diffusione del virus.

Bucarest ha ricevuto sabato la conferma che la moria di polli registrata nelle ultime settimane è stata provocata dal virus H5N1, responsabile di una sessantina di morti dal 2003 ad oggi in Asia. I primi due focolai di influenza aviaria sono stati indiviaduati nei villaggi di Ceamurlia e Maliuc, oggi in quarantena. Qui, sul delta del Danubio, una delle riserve ornitologiche più grandi d’Europa, alcuni allevatori dicono che gli uccelli muoiono in realtà da mesi. Tutto il mondo è in allerta, ma c‘è ancora chi crede che una coscia di pollo possa fare la gioia del palato. “Da quando è stato identificato il virus dice il proprietario di un ristorante rumeno il consumo di pollo in Romania è diminuito del 30%. Ma noi lo serviamo ancora perché assicuriamo l’origine dei prodotti”. Tutto questo mentre la Gran Bretagna annuncia che una pandemia potrebbe provocare nel Regno Unito fino a 50 mila morti.