ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il sì alla costituzione si avvia alla vittoria in Iraq

Lettura in corso:

Il sì alla costituzione si avvia alla vittoria in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani del referendum non ci sono dati ufficiali sul risultato, ma la stessa Condoleezza Rice ha dichiarato che il sì ha “probabilmente vinto”, assicurando comunque di non avere ricevuto informazioni precise dalla commissione elettorale.

L’unico dato ormai conosciuto è il tasso di partecipazione, che si aggirerebbe intorno al 63-64%: superiore alle politiche di gennaio da cui si è formato l’attuale governo ad interim, e da cui si comprende che qualcosa è cambiato daparte sunnita. Questa volta il boicottaggio di massa non si è verificato: i sunniti hanno deciso di votare per farsi ascoltare e potrebbero persino bloccare il testo se i due terzi di loro avessero votato no. Autorità e votanti confermano che la consultazione si è svolta senza incidenti di rilievo e senza grosse irregolarità. “Quando sono andato a votare dice un elettore mi sembrava tutto ben organizzato. Nesusno ci ha obbligato a scrivere sì o no, abbiamo scelto”. E ancora: “I membri della Commissione elettorale hanno facilitato la votazione ai cittadini spiegando alcuni punti e alcuni paragrafi della costituzione”. Se dovesse vincere il sì, l’Iraq ritornerebbe alle urne a dicembre per eleggere un nuovo parlamento questa volta pienamente autonomo, dice Washington, per i prossimi quattro anni.