ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto: anche l'India in soccorso del Pakistan

Lettura in corso:

Terremoto: anche l'India in soccorso del Pakistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Interi villaggi rasi al suolo dove gli aiuti umanitari giungono a quattro giorni di distanza dal terremoto. Nel Kashmir, la regione più colpita da sisma di sabato scorso, si ripetono scene come questa. Qui siamo a Balakot, città di30.000 abitanti, 80 km a nord di Islamabad. Non è rimasto in piedi nulla e i pochi sopravvissuti hanno bisogno di tutto. Le strade d’accesso sono franate. Elicotteri americani, tedeschi e pakistani hanno portato cibo, coperte e tende e caricato a bordo i feriti. Nell’impossibilità di allestire ospedali da campo, i meno gravi sono stati curati per strada.

Il Pakistan è il paese più colpito dal terremoto: 23 mila i morti accertati, tra i 40 e i 50 mila quelli presunti. Meno grave la situazione in Afghanistan e in India. E proprio dall’India, nemico storico del Pakistan per l’irrisolta contesa sul Kashmir, è decollato un aereo d’aiuti con destinazione Islamabad. 26 tonnellate di medicinali, coperte e tende sono state distribuite alle popolazioni colpite dal sisma. Oggi pomeriggio nella capitale pakistana è atteso il segretario di stato americano Condoleezza Rice.