ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'influenza aviaria minaccia l'Europa

Lettura in corso:

L'influenza aviaria minaccia l'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Romania, la Bulgaria. Cresce il timore che l’influenza aviaria abbia raggiunto l’Europa. Tre uccelli sono stati trovati morti oggi nel Nord della Bulgaria, a 100 chilometri dal confine con la Romania. Gli animali sono stati inviati a un laboratorio di Sofia per i controlli. Non ci sono elementi certiper ritenere che si tratti dell’influenza dei polli.

Ieri in Romania sono state trovate morte tre anatre del Delta del Danubio. I risultati dei test non sono ancora noti. Accertata invece la presenza del virus H5N1 in Turchia, Russia e Kazakhstan. Le autorità internazionali si mobilitano. A Roma la Fao ha lanciato l’allarme. “Per prevenire una pandemia – spiega il responsabile della campagna anti-influenza aviaria – dobbiamo intensificare la collaborazione internazionale. Purtroppo non siamo sicuri che i vaccini già pronti siano efficaci”. Nel dubbio le autorità rumene hanno comunque deciso di vaccinare la popolazione. E la commissione europea ha vietato tutte le importazioni di pollame e volatili dalle zone colpite dal virus. I ministri della salute dei 25 si ritroveranno il 20 ottobre a Hertfordshire, nel Regno Unito, per decidere una strategia comune per contrastare la diffusione dell’influenza.