ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione, situazione scottante per la Spagna. Moratinos in Marocco

Lettura in corso:

Immigrazione, situazione scottante per la Spagna. Moratinos in Marocco

Dimensioni di testo Aa Aa

Misure di sicurezza ma anche di cooperazione: di questo ha parlato il ministro degli esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos durante il colloquio, a Rabat, con i vertici della diplomazia marocchina.

La visita ufficiale ha avuto luogo proprio nel giorno in cui il Marocco ha cominciato il rimpatrio aereo di clandestini verso il Mali e il Senegal. Madrid preme sul paese maghrebino affinché, attraverso il controllo dei flussi migratori, allenti la pressione alle frontiere delle due uniche città spagnole in continente africano: Ceuta e Melilla. Moratinos non ha fatto commenti ma prima di partire aveva chiarito la sua posizione: l’ingresso con la forza nel paese non è tollerabile ma la sicurezza deve essere conciliata con un trattamento umano degli immigrati. Organizzazioni non governative, come Medici Senza Frontiere, negli scorsi giorni avevano accusato le autorità marocchine di aver prelevato nel nord del paese centinaia di persone, fra cui donne incinte, per poi abbandonarle nel deserto. Ieri una delegazione del Parlamento Europeo a Melilla ha ispezionato le zone di confine. Gli eurodeputati hanno potuto vedere con i propri occhi le centinaia di scalette di legno improvvisate per gli assalti degli ultimi giorni alle barriere di filo spinato.